Come scegliere il piatto doccia. Tutto quello che c’è da sapere!

17 Aprile 2020 Scritto da:Kiamami Valentina Tempo di lettura: circa 5 minuti

Scegliere il piatto doccia fino ad alcuni decenni fa non presentava grosse difficoltà, la scelta più ovvia, anche per mancanza di alternative, era la ceramica. Negli ultimi decenni, lo sviluppo delle nuove tecnologie ha consentito di realizzare piatti doccia anche in altri materiali, con spessori ridotti e modalità di installazione differenti. Kiamami Valentina, che da anni opera nel settore dell’arredo bagno, è conscia delle difficoltà di reperire tutte le informazioni necessarie per fare un acquisto consapevole, e questo articolo vuole darvi un’idea delle possibilità che offre il mercato.

Quali sono i materiali migliori

Sul fronte dei materiali, ad oggi, si possono individuare tre grandi “categorie”, i piatti in ceramica, in acrilico ed in marmo resina. Ciascuno con caratteristiche specifiche.

Piatto doccia in ceramica modello linea

Piatto doccia in CERAMICA

Ceramica, grande classico, fino ad alcuni anni fa rappresentava il piatto doccia per eccellenza. Si caratterizza per la resistenza al tempo, all’usura e all’aggressione da parte degli agenti chimici. La superficie, che spesso risulta piuttosto fredda al tatto, ha una lucentezza inconfondibile e la lavorazione in rilievo la rende antiscivolo. E’ facile da pulire e alla portata di tutti, perchè viene proposta ad un prezzo davvero economico. Questi piatti doccia, però, hanno necessariamente uno spessore piuttosto elevato (min. 6-7 cm), e sono pesanti sia da trasportare che da maneggiare; motivo per cui non è possibile produrre piatti di dimensioni particolarmente grandi. Nella maggioranza dei casi devono essere installati da appoggio e questo fa si che si crei uno scalino in ingresso che potrebbe costituire un ostacolo per chi ha difficoltà motorie ed aumentare il rischio di cadute.

piatto doccia in marmoresina mart antracite

Piatto doccia in RESINA

La Marmoresina (o Mineralmarmo) è un componente 100% naturale e rispettoso dell’ambiente, a base di cariche minerali e polveri marmoree che vengono amalgamate grazie a resine naturali che danno resistenza alla materia. Il mineralmarmo risulta particolarmente facile da lavorare, e questo, consente la creazione di piatti doccia di forme diverse, di grandi dimensioni e dallo spessore estremamente ridotto (3 cm), ma con un’elevata precisione nella lavorazione delle linee e dei dettagli. I prodotti in marmoresina sono rivestiti da uno strato di gelcoat, una resina pigmentata con particelle di quarzo, che garantisce lucentezza, levigatezza della superficie e resistenza agli agenti chimici. Questo materiale, a differenza della ceramica, trattiene il calore risultando meno freddo al tatto, ed è antiscivolo, senza che si rendano necessarie antiestetiche lavorazioni in rilievo. Visto lo spessore estremamente ridotto può essere installato sia in appoggio che filo pavimento. L’unico inconveniente che potrebbe verificarsi è una leggera variazione nel colore con il trascorrere del tempo, mentre eventuali scheggiature possono essere facilmente riparate grazie all’apposito kit.

piatto doccia acrilico 90x90

Piatto doccia in ACRILICO

L’ultima frontiera dei piatti doccia è il materiale acrilico. L’acrilico è un materiale particolarmente facile da lavorare, leggero e molto flessibile. Proprio grazie a quest’ultima caratteristica è in grado di adattarsi ad assestamenti del pavimento e rende possibile la creazione di forme e misure diverse, anche di grandi dimensioni.

I piatti doccia in acrilico hanno un spessore ridotto che ne consente l’installazione a filo pavimento o d’appoggio. Essendo rifiniti su tutti i lati, sono reversibili e possono essere adattati per la maggior parte dei box doccia. Ha proprietà antiscivolo, senza che siano necessarie particolari lavorazioni, ed è resistente agli agenti chimici. E’ durevole nel tempo e viene proposto ad un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Dimensioni e forme piatti doccia

A fronte di un assortimento sempre più ampio di docce di ogni forma e misura, anche per quanto riguarda il piatto doccia le scelte sono davvero infinite.

piatto doccia semicircolare 55 cm

Tradizionali o ultrasottili

I piatti doccia “tradizionali” solitamente sono in ceramica ed hanno uno spessore piuttosto elevato, 6-11 cm; vengono installati d’appoggio, hanno il bordo in rilievo per trattenere l’acqua, e creano uno scalino all’ingresso in doccia. I piatti di ultima generazione, invece, hanno spessori molto sottili, e possono essere installati indifferentemente in appoggio o filo pavimento. Alcuni modelli non hanno il bordo rialzato, ma sono forniti di un apposito scarico che impedisce il ristagno dell’acqua. Lo spessore estremamente ridotto rende questi piatti la soluzione ideale per chi ha difficoltà motorie o per chi necessita di un piatto di grandi dimensioni.

Angolari e semicircolari

La maggior parte dei piatti doccia è di forma quadrata e rettangolare, e grazie alla varietà di misure disponibili, sono adattabili alla maggior parte di box doccia angolari, a nicchia o con tre lati esterni. I piatti angolari possono essere anche semicircolari. In quest’ultimo caso, in fase di acquisto è molto importante misurare l’angolo si curvatura, perchè cambia a seconda che il piatto abbia i lati simmetrici oppure asimmetrici (lati retti con misure diverse).

Le misure dei piatti doccia

Come detto in precedenza, prima di procedere all’acquisto di un piatto doccia è fondamentale conoscere le misure esatte che dovrà avere. Per questo è importante sapere come prendere la misura del piatto doccia nel modo giusto. Per fare questa operazione munitevi di un metro rigido, carta e penna. Per essere sicuri di prendere la misura esatta è meglio farlo a pavimentazione posata. La maggior parte dei piatti doccia è disponibile nelle forme quadrati, rettangolari e semicircolari in misure standard.

Angolare

I piatti doccia QUADRATI sono disponili nelle misure 70×70, 80×80, 90×90, 100×100;

Se il piatto doccia è RETTANGOLARE, le principali misure disponibili sono 70×90, 70×100, 70×120, 80×100, 80×120; A seconda del materiale con cui sono costruiti, è possibile trovare anche piatti doccia di grandi dimensioni come nelle misure da 80×140, 80×160, 80×170.

Semicircolare

Nel caso di piatto doccia semicircolare è possibile distinguere tra quelli con i lati simmetrici oppure asimmetrici.

I piatti doccia semicircolari con lati simmetrici, sono disponibili nelle dimensioni da 80×80 e 90×90;

Il piatto doccia con lati asimmetrici è disponibile nel nostro assortimento nella misura da 70×90.

piatto doccia resina sottile appoggio

Posa e montaggio del piatto doccia

Per installare il piatto doccia, possiamo scegliere tra tre modalità:

DA APPOGGIO, il piatto doccia viene collocato sopra il livello della pavimentazione, creando un dislivello tra il pavimento ed il piatto che può essere più o meno alto a seconda dello spessore del piatto doccia;
FILO PAVIMENTO, il piatto doccia è installato in modo che non si creino dislivelli tra il pavimento ed il piatto. Questa modalità di installazione è preferibile negli ambienti moderni ed in quelli di piccole dimensioni, in quanto la continuità tra piatto e pavimento rende l’ambiente più spazioso.
DA INCASSO, è la via di mezzo tra le altre due modalità, il piatto è leggermente incassato nel pavimento, ma non completamente.

Dopo questa panoramica sui piatti doccia, va detto, non esiste una scelta giusta o sbagliata in assoluto, ma andrà valutata caso per caso in base alle vostre esigenze e alle vostre preferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *