KV Blog » Il blog di Kiamami Valentina - Scopri il mondo dell'arredo bagno.

Come eliminare il calcare dal box doccia? | KV Risponde

KIt per trattamento anticalcare Tecnoclean

Il peggior nemico di ogni box doccia? Il calcare, ovviamente. Questa famigerata roccia sedimentaria si deposita strato dopo strato ad ogni impiego. Che le ante siano trasparenti, opache oppure serigrafate dopo alcuni utilizzi si inizierà a notare un principio di deposito. Per evitare il peggio solitamente si consiglia di passare un panno per asciugare tutte le superfici della cabina dopo ogni doccia, questo però aiuta solamente a posticipare l’inevitabile. Ovunque ci sia un flusso d’acqua calda si verificano questo tipo di incrostazioni, l’acqua evaporando crea dei depositi di alcuni minerali che sono naturalmente presenti al suo interno, dando origine alle incrostazioni.

Kiamami Valentina, che come ben sapete si occupa da anni di arredo bagno, per ovviare questo fastidioso problema vi propone un prodotto di semplice utilizzo ma estremamente efficacie. Vogliamo presentarvi il nostro trattamento anticalcare per vetro e ceramica. Questo prodotto può essere utilizzato per prevenite depositi di calcare non solo nei box doccia, ma anche su lavabi e piastrelle. Si tratta di un trattamento professionale con il vantaggio di avere delle istruzioni di utilizzo estremamente semplici.

Con una sola applicazione del trattamento Tecnoclean anticalcare si ha un aumento della resistenza a macchie e graffi e la superficie trattata diventa idrorepellente, sporco-repellente e anticalcare. L’effetto ha una lunga durata e presenta il vantaggio di essere di facile applicazione. Inoltre, trattandosi di un trattamento non tossico esso potrà essere ripetuto senza controindicazioni una volta che la prima applicazione avrà perso la sua efficacia (ciò solitamente accade dopo un anno).

Il kit comprende:
• Remove Gel : Detergente per la pulizia in caso di superfici usate;
• Tecnoclean: trattamento anticalcare;
• Spugna: per la Pulizia ed il Trattamento;
• Guanti: guanti professionali DPL.
• Istruzioni: foglio con le istruzioni per l’uso ed applicazione.

Tecnoclean anticalcare può essere utilizzato su superfici nuove oppure usate. Se la superficie sulla quale volete applicare il prodotto non è mai stata utilizzata potete procedere subito all’applicazione avendo cura di assicurarvi che essa sia ben pulita. Innanzi tutto agitate per bene il flacone poi procedete applicando il prodotto utilizzando un batuffolo di cotone imbevuto dello stesso su tutta la zona interessata. Dovrete poi attendere che il prodotto si asciughi, in media ciò richiede 10-30 minuiti dipendendo dal livello di umidità dell’ambiente circostante. Utilizzando un panno umido pulite la superficie per rimuovere il prodotto in eccesso. Nel caso si tratti di una superficie usata è necessario rimuovere il calcare prima dell’applicazione pena l’inefficacia del trattamento. Per farlo potrete utilizzare un comune anticalcare oppure Remov 50 Gel e poi procedere come per le superfici nuove.

Grazie ai consigli dell’esperto KV Store mantenere il tuo bagno pulito e splendente non sarà più così difficile: la sconfitta del nemico numero uno dei box doccia è già un grande passo avanti!

Design arredo bagno: i consigli e le idee di KV Store | KV Blog

Bagno design moderno bianco

Dovete realizzare un bagno nuovo partendo da zero oppure volete rinnovare il vostro vecchio bagno ma avete dei dubbi riguardo allo stile di design da seguire? Kiamami Valentina, lo store di arredo bagno, oggi vuole proporvi tre differenti modi per arredare la stanza da bagno, così che possiate ispirarvi e lasciarvi consigliare dall’esperto.

Innanzi tutto è necessario mettere in chiaro che, al momento di progettare la stanza da bagno, vi sono alcuni dettagli che vanno considerati prima di altri. Qualunque stile scegliate, dovrete tenere in considerazione: lo spazio offerto dalla stanza, il budget di cui disponete e le necessità che potrebbero avere oloro che faranno uso dei servizi. Una volta stabilite questi punti potrete procedere alla progettazione.

Vi sono spesso molti dubbi riguardo ad elementi anche essenziali della stanza di servizio. Ad esempio una domanda frequente è se sia meglio la scelta di sanitari sospesi oppure a terra; oppure cosa sia da preferire tra vasca oppure doccia. Abbiamo già cercato di rispondere a questi dubbi in precedenti articoli e possiamo sintetizzare affermando che la scelta di questi elementi varia molto a seconda di necessità e gusto personale. In questo articolo vogliamo proporvi una scelta dei vari elementi basata unicamente sul gusto estetico. Di seguito vi proponiamo quindi i tre stili si arredo più comuni.

Stile Classico

Per arredare un bagno in stile classico andranno prediletti mobili a terra, preferibilmente in legno e dalle tonalità scure. Ad essi andrà abbinato un lavabo ampio e una rubinetteria in stile rétro come per esempio il modello a bicomando con miscelatore della serie Vittoria. Per un bagno classico che si rispetti l’attenzione per i sanitari sarà fondamentale e suggeriamo in questo caso di optare per quelli a terra a filo muro. Accessorio del bagno classico per eccellenza è la vasca con piedini, spesso abbandonata in favore del più funzionale box doccia, ma che rimane un intramontabile pilastro di questo ambiente.

Stile Romantico

Molto simile al design classico per quanto riguarda le forme, si differenzia da quest’ultimo soprattutto nella scelta dei colori. Chi ama lo stile romantico infatti predilige i colori chiari, ed esempio un bianco spazzolato (NB non lucido). Un esempio è il mobile in stile provenzale decape’, particolarmente amato da coloro che apprezzano l’arte povera e lo stile shabby. La vasca freestanding modello Romantica sarà il vero tocco di classe della vostra stanza da bagno che con i suoi piedini cromati dimostra raffinatezza e cura per il dettaglio.

Stile Moderno

Questo tipo di design si distingue per le linee spesso minimali e per la tendenza a prediligere accessori sospesi. Non a caso una delle massime dello stile moderno è “less is more” proprio perché si tende sempre più a minimizzare i dettagli e si è alla ricerca di elementi dalle forme “pulite”. Tenendo bene a mente queste caratteristiche Kiamami Valentina ha disegnato la propria serie di arredi Berlin che si distingue per l’assenza di maniglie in presenza di cassetti oppure ante. Anzi, un elemento ricorrente nei mobili moderni sono i vani a giorno, vengono quindi rimossi gli elementi considerati non essenziali. Inutile dire che i sanitari di un bagno moderno saranno sospesi mentre per quanto riguarda la scelta tra vasca e doccia ovviamo questo dubbio proponendo una colonna multi funzione.

Qualunque stile tu voglia scegliere Kiamami Valentina sarà sempre pronta ad assisterti nella selezione di accessori e articoli per bagno di qualità ad un prezzo estremamente vantaggioso!

Installare un piatto doccia: una guida al fai da te | KV Blog

 

Piatto doccia in marmo ricomposto modello ultra sottile
Piatto per doccia ultra flat 80×120 centimetri

La posa del piatto doccia è uno di quegli interventi casalinghi che possono essere effettuati anche senza l’intervento di un professionista, l’importante è informarsi riguardo ai materiali occorrenti e conoscere bene tutte le fasi e gli accorgimenti necessari ad un’installazione ottimale.

Kiamami Valentina, da anni ormai opera all’interno del mondo dell’arredo bagno e ha l’obiettivo di rendere l’esperienza di ogni cliente unica e confortevole, per questo cerchiamo di fornire informazioni dettagliate ed aggiornate riguardo ai nostri prodotti. Una volta acquistato un piatto doccia e dopo che questo sarà giunto a destinazione non resterà che un’unica cosa da fare: posizionarlo. Non occorre, in questo caso chiamare installatori o esperti del settore, basterà seguire i passaggi di seguito descritti con attenzione.

Vediamo velocemente i materiali necessari: metro, livella a bolla, straccio, bacinella, cazzuola, pistola per il silicone ed ovviamente il silicone.

Primo step: prendere le misure

Il primo passaggio, prima ancora di acquistare il piatto per doccia, consiste nel misurare attentamente l’area in cui questo verrà installato. Munitevi quindi di un metro e misurate con precisione l’area dove intendete posizionare il box doccia: in possesso di questa informazione potrete procedere alla valutazione delle varie misure disponibili all’interno della sezione piatti doccia presente nel catalogo.

NB: ovviamente questo passaggio potrà essere evitato da coloro che devono sostituire un vecchio piatto con uno nuovo e ne conoscono già le misure. Nulla toglie che una misurazione in più per essere sicuri al 100% delle dimensioni non guasta mai.

Preparazione dell’area di installazione

Anche questo passaggio può variare a seconda del tipo di ristrutturazione che stiamo apportando alla stanza da bagno. Nel caso di un intervento profondo (ad esempio si vuole cambiare anche il pavimento), oppure della costruzione di un ex novo bagno è consigliata l’installazione del piatto prima della posa del pavimento. Questo accorgimento facilita il collegamento allo scarico e permette di posizionare le piastrelle sotto al piatto per garantire una maggiore stabilità.

Nel caso in cui dobbiate sostituire il patto limitatevi a rimuovere quello vecchio e dopo esservi assicurati delle dimensioni procedete a rimuovere dall’area interessata eventuali residui e polveri. La zona infatti dovrà essere sgombra e pulita.

Verifica della pendenza del piatto e posa

Essenziale è la verifica di una corretta pendenza del piatto doccia. Adagiate il piatto nel sito in cui intendete installarlo e servendovi della livella verificate che esso sia perfettamente piano. Un’inclinazione scorretta ne comprometterebbe l’uso in quanto l’acqua non verrebbe raccolta nello scarico ma rischierebbe di fuori uscire ed allagare il bagno. Per aggiustare l’inclinazione, se il piatto non è dotato di piedini regolabili potrete utilizzare quattro blocchi in calcestruzzo sui quali potrete porre il piatto.

Una volta certi che la posizione risulterà corretta potrete procedere con la stesura di uno strato di malta, sabbia oppure calce.

Assicurandovi che tutte le parti combacino, procedete al posizionamento del tubo di scarico, nel quale defluirà l’acqua. Il modello di piletta va scelto in base alla tipologia di piatto doccia acquistato: esistono pilette per piatti sottili oppure per piatti alti.

NB: nel caso si voglia installare un piatto doccia a filo pavimento, come ad esempio questo elegante piatto doccia ultrasottile, prima della posa delle piastrelle saranno necessari alcuni ulteriori accorgimenti: dovrete prendere in considerazione l’altezza di entrambi e assicurarvi che sia tutto a livello.

Testare lo scarico dell’acqua

Per assicurarvi che l’acqua defluisca correttamente sarà sufficiente che versiate un secchio d’acqua sul piatto. Se l’acqua si raccoglierà nello scarico vorrà dire che avete fatto un ottimo lavoro!

In ogni caso effettuate un ultimo controllo usufruendo della livella. Una piccola imperfezione potrebbe sfuggire in un primo momento ma nel lungo periodo potrebbe causare delle problematiche. Una volta certi che tutto sia completamente conforme ai requisiti per una funzione ottimale del piatto potete procedere con il fissaggio.

Ed infine il fissaggio

Non vi resta che completare l’installazione del piatto servendovi di silicone o stucchi elastici che vi permetteranno di fissarlo e rendere la zona impermeabile. Il materiale più utilizzato è il silicone, che potrete acquistare in ferramenta. Ne esistono alcuni tipologie specifiche per l’utilizzo nella stanza da bagno che aiutano inoltre ad evitare la proliferazione di muffe e batteri.

Sistema di scarico lavabo: sifoni e pilette | KV Blog

Conoscere il prodotto da acquistare

Grazie alla possibilità di acquistare una svariata gamma di prodotti attraverso gli e-commerce oggigiorno ricevere tutto ciò di cui abbiamo bisogno direttamente a casa è diventato fin troppo facile. In alcuni casi, se non veniamo guidati dai consigli di un esperto, rischiamo di acquistare prodotti con superficialità e senza sapere in realtà quali siano le caratteristiche più adatte alle nostre esigenze. Questi accorgimenti possono sembrare esagerati se sfruttiamo il commercio online per acquistare articoli che non necessitano di accorgimenti particolari, come ad esempio l’abbigliamento, ma diventano invece di fondamentale importanza se ci addentriamo all’interno di un campo che richiede alcune conoscenze tecniche, come ad esempio l’idraulica. Noi di Kiamami Valentina, specializzati nella vendita di prodotti per l’arredo bagno, vogliamo offrire al cliente la migliore esperienza di acquisto online possibile. Per fare in modo che ciò avvenga dedichiamo ogni giorno del tempo allo sviluppo del sito per migliorarne la facilità di navigazione, prendiamo in considerazione tutti i suggerimenti degli acquirenti valutando come metterli in atto e siamo sempre alla costante ricerca di nuovi prodotti da sviluppare. Ma questo non è sufficiente. Spesso ci rendiamo conto che l’acquisto di alcuni dei nostri prodotti come ad esempio i mobili bagno potrebbe essere facilitato con una conoscenza base di alcuni elementi che compongono questi prodotti.

Diamo spesso molta importanza al design e alla bellezza estetica dei nostri mobili da bagno (ed ammettiamolo, quelli di KV Store, sono davvero arredi dal design inconfondibile) oggi però vogliamo parlarvi di un elemento che spesso rimane nascosto, ma di fondamentale importanza: il sistema di scarico del lavabo. Il lavandino, per poter funzionare correttamente necessita ovviamente di un sistema di scarico dove poter far fluire l’acqua ed esso è formato solitamente dal sifone e dalla piletta.

Sifoni e pilette: cosa propone KV Store

Il sifone è necessario per impedire la risalita dei cattivi odori ed inoltre al suo interno vengono bloccati i materiali pesanti, questo componente diventa quindi anche un punto di raccolta dei numerosi oggetti che accidentalmente cadono nel lavandino. Kiamami Valentina all’interno della sezione idraulica del proprio catalogo propone differenti tipologie di sifone adatti sia all’installazione per lavabo che per bidet. La scelta può variare tra quelli classici a ”s” , a “collo d’oca”, gli space saver e i sifoni d’arredo. I sifoni salva spazio sono particolarmente consigliati a coloro che necessitano di realizzare uno scarico per un lavandino posizionato sopra una base. Questi sifoni (come suggerisce il nome) hanno la caratteristica di occupare meno spazio e quindi potrete usufruire della maggior capacità contenitiva possibile dal vano del mobile da bagno. I sifoni d’arredo vengono realizzati in ottone cromato e sono pensati per essere abbinati a lavabi d’arredo con sifone a vista. In questo caso, un elemento che svolge una funzione fondamentale e che spesso viene nascosto diviene un vero e proprio oggetto di design molto amato da coloro che prediligono lo stile moderno oppure industriale.

Le pilette vengono distinte in pilette per doccia oppure per lavabo. Quelle click clack permettono di bloccare lo scarico e riempire il lavabo per ogni esigenza e sono disponibili con oppure senza troppo pieno. Sono disponibili svariati modelli come ad esempio la piletta click clack in ottone cromato adatta sia a lavandino che bidet.

In ogni caso, per chiarire qualsiasi dubbio o se aveste necessità di ulteriori informazioni, potrete contattare l’assistenza di KV Store tramite email (assistenza@kvstore.it) oppure tramite contatto telefonico (0461 1560056) e saremo felici di potervi aiutare.

Romantica: la vasca per gli amanti dei bagni caldi | KV Blog

vasche da bagno

Il giorno di San Valentino si avvicina e, che si abbia intenzione di festeggiarlo oppure no, mano a mano che ci il 14 febbraio si fa più vicino, ci imbattiamo sempre più in rappresentazioni e immagini romantiche. Noi di KV Store, come ormai sapete,  siamo specializzati in arredo bagno, ma ciò non significa che non possiamo essere romantici anche noi. Pensateci bene: qual è l’ambientazione di una delle scene romantiche più classiche di sempre? Scommetto che molti di voi si stanno già immaginando una vasca cento stanza, con tanto di petali di rosa sparsi sul pavimento e magari due bicchieri di vino appoggiati a bordo vasca. Perché in fondo è questa una delle scene romantiche riproposta in numerosissimi film.

Vasca da bagno e relax

Non a caso la stanza da bagno è da sempre associata con il relax. Questo luogo si rivela uno dei pochi spazi dove, nel quotidiano, possiamo rifugiarci ed entrare in contatto con la nostra intimità. Il bagno, sebbene venga utilizzato da tutti gli inquilini della casa, diventa un ambiente dove trascorrere del tempo indisturbati. Per questo motivo il bagno si rivela il luogo perfetto dove potersi rilassare e prendersi cura di sé stessi. Noi di Kiamami Valentina ci impegniamo nel riproporre la stanza da bagno sotto diversi aspetti, e non solo come servizi igienici. Farsi un bagno è uno dei modi migliori per coccolarsi, alla fine di una lunga giornata di lavoro immergersi nella vasca per far scivolare via stress e tensioni causati dal ritmo frenetico della vita quotidiana ha un effetto davvero rigenerante.

Con il mineral marmo l’acqua è calda più a lungo

Per gli amanti dei lunghi bagni, che amano trascorrere anche ore in ammollo, la temperatura dell’acqua può diventare un problema. Bisogna spesso aggiungere acqua calda per mantenere confortevole la temperatura durante tutta la durata dell’immersione. Il mantenimento del calore può essere favorito del materiale in cui è costruita la vasca. Proprio per questo nel negozio online dedicato all’arredo bagno di Kiamami Valentina potrete trovare un’ampia soluzione di vasche da bagno freestanding, tutte realizzate in mineral marmo. Vi abbiamo già ampiamente parlato di questo materiale da costruzione in numerosi articoli precedenti. Ma vogliamo rinfrescarvi la memoria spiegandovi le motivazioni che ci hanno spinto a scegliere vasche unicamente realizzate in marmo ricomposto. Innanzi tutto è un materiale totalmente naturale e facile da lavorare. Questa caratteristica ci permette di realizzare vasche da bagno di forme e linee differenti. Inoltre il marmo ricomposto si rivela davvero unico per la sua straordinaria capacità di trattenuta del calore. Le nostre vasche hanno il vantaggio di disperdere un solo grado centigrado ogni 30/40 minuti, questo vi permetterà di rimanere in ammollo a lungo, senza sprecare acqua.

Romantica: la vasca classica ed intramontabile

Per rimanere in tema San Valentino, oggi vi proponiamo la nostra vasca Romantica che con i suoi quattro piedini in metallo cromato e il suo stile classico richiama alla mente le scene più famose dei migliori film romantici. Le vasche da bagno freestanding si adattano facilmente ad ogni bagno e sono considerate un vero e proprio pezzo d’arredo. Nel catalogo di KV Store sono disponibili numerosi modelli e varianti: lasciatevi guidare dal vostro gusto estetico e scegliete il modello che fa al caso vostro!

 

pagina 1 di 81»

Benvenuto , oggi è sabato, 24 febbraio 2018