Home Box Doccia Come pulire e scrostare il piatto doccia: consigli KV Store

Come pulire e scrostare il piatto doccia: consigli KV Store

di: Kiamami Valentina | pubblicato il: 02 novembre 2018

Il momento della pulizia all’interno di una casa è molto importante, specialmente per la zona bagno. Quest’ultima possiamo considerarla come il luogo più soggetto alla presenza di batteri, per questo motivo è importante mantenerlo pulito per evitare sporco, cattivi odori e, non per ultimo, cattive impressioni dei nostri ospiti. Bisogna anche dire che spesso alcuni sanitari, come ad esempio il water ed il box doccia, essendo soggetti ad un utilizzo giornaliero ripetitivo possono deteriorarsi più in fretta, presentando macchie ed incrostazioni che la pulizia ordinaria non riesce a sconfiggere.

Ecco perché KV Store, professionista dell’arredamento bagno ha deciso di svelarvi qualche segreto che vi permetterà di riavere il vostro bagno splendente senza nemmeno spendere grandi somme di denaro. Oggi dedichiamo i nostri consigli casalinghi alla pulizia specifica del piatto doccia. Il primissimo accorgimento da seguire sarebbe quello di attuare una pulizia giornaliera del piatto ma, tranquilli, anche noi di KV Store sappiamo che spesso non sia possibile dedicarsi quotidianamente alla pulizia: c’è chi lavora tutto il giorno ed arriva a casa stanco la sera, chi deve accudire dei bambini tutto il giorno, chi non rientra a casa prima che venga buio. La mancata pulizia giornaliera possiamo passarla, ma non esagerate nelle tempistiche d’attesa.

Nel mercato d’oggi i prodotti per pulire il piatto doccia sono davvero tantissimi, alcuni efficaci, altri meno. Ma prima di buttarvi a capofitto su questi, perché non provare qualche metodo “fai da te” che spesso si rivela essere molto più utile ed efficace?

Uno dei composti fatti in casa più utilizzati per pulire il piatto doccia è realizzato con bicarbonato, aceto bianco e del limone. Per quanto riguarda la quantità di ciascuno di questi elementi è abbastanza indicativa, basti tenere presente che il risultato dovrà essere una crema non troppo liquida, bensì piuttosto densa. Una volta ottenuta questa miscela bisogne stenderla sul piatto doccia, soprattutto nei punti dove il tempo e l’acqua hanno lasciato il proprio segno, e lasciar agire per qualche minuto. Prima di risciacquare il tutto procedete a strofinare con una spugna abrasiva oppure una spazzola non troppo dura ma con setole delicate.

Questo metodo è naturale e poco invasivo, per questo avrete la certezza che di qualsiasi materiale sia fatto il vostro piatto doccia, quest’ultimo non si rovini. Per quanto riguarda invece l’ingiallimento del piatto, la soluzione top per farlo tornare splendente è l’applicazione sulla superficie di sale e olio di trementina. Anche in questo caso bisogna lasciar agire il prodotto per qualche minuto e poi rimuoverlo con un panno morbido.

Se i metodi naturali non funzionano, allora bisognerà per forza di cose ricorrere ai prodotti di pulizia offerti dal mercato. In questo caso fate attenzione al materiale del vostro piatto ed acquistate dei prodotti che siano strettamente indicati per quel materiale specifico. Ad esempio Kiamami Valentina offre il kit anticalcare specifico per la ceramica, da applicare per evitare la formazione di macchie, aloni e calcare.

Cura il tuo bagno giorno per giorno e vedrai che non dovrai mai ricorrere a metodi estremi e/o a prodotti chimici molto invasivi per la pulizia.

Categorie: Box Doccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *