WC otturato? Ecco come liberarlo!

14 Novembre 2018 Scritto da:Kiamami Valentina Tempo di lettura: circa 5 minuti

Uno dei tanti problemi che si possono verificare in casa, in particolare nella zona bagno, è il water otturato. In questo caso possiamo davvero considerarla la peggior seccatura possibile perché il Wc, per quanto pulito sia è pur sempre soggetto a batteri vari visto il suo utilizzo giornaliero. Ecco perché il Water in questi casi può diventare un vero e proprio nemico dell’uomo, soprattutto se ci si trova a tu per tu per doverlo sgorgare.

il mercato offre dei prodotti specifici e pensati per queste situazioni ma vero è che, come in questo caso, se non si hanno sotto mano immediatamente non servono a nulla.

Liberare una tazza non richiede necessariamente detergenti chimici, magari costosi, ma è sufficiente conoscere piccoli trucchetti che richiedono l’utilizzo di prodotti che sicuramente sono presenti nelle case di tutti.

carta igienica che in quantità eccessiva, può otturare il wc

Wc otturato, quali sono le cause?

Prima di procedere, è necessario cercare di capire cosa abbia provocato l’ingorgo nel wc, così da adottare il metodo migliore; può trattarsi di qualcosa di organico oppure un oggetto solido, tipo un giocattolo di un bambino? In base a questo si potrà decidere come proseguire. Tra le principali cause del wc otturato possiamo individuare:

  • Presenza di corpi estranei nel wc: spesso si smaltiscono impropriamente nel wc cotton fioc, assorbenti igienici, batuffoli di cotone e molto altro, che a lungo andare possono impedire il corretto deflusso dell’acqua.
  • Wc a basso flusso: si tratta dei casi in cui il wc è più datato e non ha una pressione sufficiente per assicurare il corretto drenaggio dello scarico.
  • Carta igienica: nella maggior parte dei casi, l’ingorgo è dovuto dall’eccessiva quantità di carta igienica buttata nel wc, che la pressione dell’acqua non riesce, da sola, a smaltire. In questo caso, un semplice sturalavandini può risolvere il problema.
  • Nei casi più gravi, l’otturazione può dipendere non dal wc, bensì dalla rete fognaria ostruita da detriti, radici degli alberi, ecc. In questo caso è indispensabile rivolgersi ad un professionista.
strumenti per liberare il wc otturato

Rimedi per sturare il wc

La prima mossa da fare, in caso di wc otturato, è sicuramente provare con un semplice stura-lavandini. Lo sturalavandini è un oggetto indispensabile e da tenere a portata di mano per risolvere rapidamente il problema degli scarichi lenti o otturati. Se il vostro Water torna funzionante (anche dopo parecchi tentativi) allora buon per voi, avete risolto un grande problema con il metodo più semplice. Se invece l’otturazione persiste bisogna passare alla “maniere forti”.

Un altro metodo da provare è quello di scaldare dell’abbondante acqua, circa 2 litri. Fate attenzione che non sia troppo calda perché l’alta temperatura potrebbe causare la rottura della ceramica. Versare nel water del bicarbonato di sodio, circa una tazza, e poi mezzo litro di aceto, dopo di che aggiungere l’acqua. Lasciare il water a riposo per mezza giornata. A seguito di quest’azione tutto dovrebbe tornare alla normalità.

Se è caduto nel Wc qualcosa di duro, la soluzione potrebbe essere quella di utilizzare una sonda da idraulico oppure di un aspira liquidi nel caso lo abbiate a disposizione. Una soluzione alternativa alla sonda da idraulico, facilmente reperibile in tutte le case, è una stampella per gli abiti in metallo. Basta modificarla e trasformarla in un amo per liberare il wc. Prima di inserirla nel water, è meglio di ricoprire la superficie con un panno per non graffiare le pareti. Una volta che l’avrai introdotta nel vaso, dovrai esercitare una leggera pressione per rimuovere la sporcizia o agganciare eventuali oggetti caduti nel wc. Quando sentirai che il tappo si è rimosso, aziona lo sciacquone.

Se i rimedi casalinghi non funzionano, come ultima scelta, è possibile ricorrere a prodotti chimici, ma in tal caso è meglio affidarsi ad un professionista, in quanto questi prodotti richiedono particolare attenzione nell’utilizzo e possono essere particolarmente aggressivi anche sulla ceramica e le tubature

pulizia quotidiana dei sanitari

Consigli per la pulizia quotidiana dei sanitari

Per i sanitari, utilizzare un prodotto anticalcare è fondamentale, ed in questo caso un rimedio naturale può rivelarsi molto efficace. Dopo aver pulito con un detergente per eliminare la sporco, passare i sanitari con acqua calda e aceto è la soluzione migliore per togliere gli aloni lasciati dall’acqua. Basta passare uno straccio umido imbevuto di questa soluzione e asciugare subito. Per le incrostazioni più difficili, potete provare con aceto e bicarbonato.

Tra i tanti prodotti che potete usare per la pulizia del bagno e del wc non può mancare la candeggina, ottimo rimedio per sterminare germi e batteri.

Il wc è l’elemento più difficile da pulire ed igienizzare. Per evitare che si creino incrostazioni o macchie scure sul fondo, utilizzare periodicamente la candeggina, versandola nel vaso e lasciandola agire per tutta la notte. Questo vi permetterà di avere un wc sempre bianco e splendente. Ricordate di mettere in ammollo nella candeggina anche lo scopino, così da igienizzare anche quello. Utilizzare prodotti a base di candeggina in gel vi assicurerà una pulizia profonda anche delle pareti del vaso, e non soltanto del fondo.

Per concludere le operazioni di pulizia dei sanitari, è importante renderli brillanti. Per renderli più brillanti che mai, l’ideale è utilizzare del bicarbonato di sodio messo a secco su una spugna, e strofinarlo sui sanitari in modo da ottenere una crema leggermente abrasiva; poi con del limone si diluisce il tutto continuando a strofinare (sempre senz’acqua) ed infine si sciacqua abbondantemente con acqua fredda e si asciugano tutti i sanitari con un panno. Queste operazioni consentono quindi di fare una pulizia profonda dei sanitari, tenerli igienizzati e soprattutto sempre lucidi e brillanti.

Conclusioni:

Il bagno è una della stanze dove si accumulano più germi, anche per la presenza dell’acqua che provoca calcare e muffa e dei depositi lasciati da sapone ed altre sostanze. Proprio per questo motivo la pulizia di questa stanza dovrebbe essere effettuata quotidianamente. Una costante pulizia dei sanitari può effettivamente fare la differenza di una casa. Lasciare sanitari, lavabo, vasca e box doccia per giorni senza manutenzione fa si che perdano brillantezza e si accumulino sporcizia e calcare, che può dar luogo a vere e proprie incrostazioni o ingorghi difficili da rimuovere.

Con i consigli di Kiamami Valentina è facile mantenere il bagno perfettamente funzionante a lungo nel tempo, inoltre, nel caso si dovesse rendere necessario sostituire sanitari o altri elementi, su www.kvstore.it, potrete trovare ciò che serve per rinnovare il bagno con prodotti di qualità e ad un ottimo prezzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *