•  
  • L'angolo dell'architetto (6)

L'angolo dell'architetto

Come scegliere i rubinetti per bagno

Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 13 luglio 2017

rubinetto bagno design cascata

Rubinetteria bagno : Il consiglio di Kvstore per una corretta scelta dei miscelatori bagno

 

Il bagno è una delle stanze preferite della casa perché qui ci si dedica al proprio benessere e alla propria estetica.
Quando optiamo per un restyling della stanza da bagno, si pensa ai rivestimenti, alla doccia, alla vasca e ai vari componenti di arredo bagno, tra cui la rubinetteria per bagno, che deve rispondere a due criteri: esteticamente gradevoli e funzionali.L’importanza della rubinetteria non è da sottovalutare, anche solo semplicemente perché un rubinetto che non eroga acqua come si deve o che ha delle perdite, è un danno per gli occhi ma sopratutto per le nostre tasche.
Online si ha la possibilità di prendere visione di molte linee di rubinetteria bagno moderne, per modello, prezzo, materiali e colori, stando comodamente a casa e valutando senza stress i complementi che più sono adatti alle nostre esigenze, acquistarli online oppure recarci nel negozio specializzato con una idea precisa.Importante però che la rubinetteria scelta si adeguata all’impianto idraulico: sono infatti aspetti strettamente collegati, visti i modelli che ci sono in commercio.Esistono infatti i più utilizzati rubinetti bagno “monocomando” che hanno un unica leva grazie alla quale si regola la forza del getto ( in alto e in basso) e la temperatura dell’acqua ( fredda a destra, calda a sinistra) e sono montati su un solo tubo.Quelli termostatici, ideali per le docce, ma che possono essere adattati anche per le vasche da bagno, sono dotati di un termostato che fissa la temperatura desiderata. Sono dotati di una doppia manopola: una per regolare la temperatura dell’acqua e una per aprire e chiudere l’acqua e regolarne il flusso.Ci sono poi i rubinetti a tre fori che montano il beccuccio erogatore dell’acqua al centro e ai lati le due leve per l’acqua fredda e quella calda: ogni leva o manopolina che sia, regola la temperatura dell’acqua in maniera indipendente ( spetta poi all’utente miscelarla a seconda delle esigenze).I beccucci da cui esce il getto d’acqua, oltre ai più classici e comuni, possono essere piatti e larghi: questi ultimi erogano l’acqua con un effetto naturale, come se fosse una cascata e sono più adatti ad uno stile moderno minimal della stanza da bagno.
Poi ci sono quelli particolarmente inarcati, alcuni tali da sfiorare il bordo del lavabo. Ci sono anche beccucci elettronici, che erogano l’acqua automaticamente grazie a particolari sensori che rilevano una presenza fisica: sono di solito più consoni ai locali pubblici.

I beccucci possono essere montati direttamente sul lavabo oppure fissato direttamente alla parete o addirittura, nelle soluzioni di design più recenti, anche al pavimento, per soluzioni di grande impatto.Un’ uscita dell’acqua veramente particolare che si sta affermando meglio ultimi anni e che merita di essere evidenziata è il quella dei rubinetti per bagno a cascata come la foto portata in esempio nell’articolo.

Se si hanno in casa bimbi o persone che non hanno una grandissima mobilità, come portatori di handicap o anziani, sono da preferire i miscelatori con l’unica leva, più sicuri e facili da manovrare.

A proposito di getto d’acqua, il rubinetto spesso ci da grattacapi per sgocciolamenti non rari: oggi, proprio per ottenere un risparmio sempre maggiore, sono in commercio rubinetti dotati di dispositivi che, inglobando aria all’acqua, limitano gli sprechi pur dando sempre l’impressione di un getto d’acqua vigoroso.
Tutto in ottica ecologica, come lo è l’uso di materiali ecocompatibili.

La rubinetteria bagno oggi è talmente varia nei suoi modelli da adattarsi allo stile moderno e minimal, classico e vintage, rustico e country.
Alcuni sono in forme rotondeggianti e morbide, altri sono molto essenziali nelle loro linee e moderni, ma comunque di grande impatto.
Comunque sia, è importante che i rivestimenti e i materiali che li compongono siano solidi, robusti e resistenti.
I rubinetti più comuni sono in acciaio inox, sia esso cromato o satinato : è sempre un materiale resistente, facile da pulire e da curare.
Molti sono i modelli in ottone, un materiale ugualmente durevole e bello da vedere, ma più adatto ad uno stile elegante classico o vintage: può avere varie colorazioni , tra cui cromato, nichelato, dorato o il modello antichizzato.
I rubinetti in vetro, che mostrano il flusso di acqua, sono sicuramente una soluzione diversa e curiosa, sia esso trasparente od opaco, colorato o bianco. Stessa particolarità riguarda la rubinetteria in legno o in ceramica, bianca e semplice oppure più particolare e decorata.
Il materiale plastico è spesso usato invece solo per le rifiniture e dettagli, in quella rubinetteria più ricercata come gli esemplari coloratissimi, quelli dove il rubinetto funge anche da porta dentifricio oppure quelli tecnologici che si illuminano con lucine a led colorate a seconda della temperatura dell’acqua.

Molte sono le alternative per avere nel nostro bagno una rubinetteria bella e funzionale che potete trovare nel nostro sito di vendita online Kvstore.
Grazie per la vostra visita.
Kvstore Team

Arredamento bagno di colore nero: una soluzione ‘difficile’

Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 18 aprile 2013

arredo bagno

Il colore è uno degli elementi fondamentali dell’arredamento bagno. La scelta del tipo di mobili e di sanitari – a terra o sospesi – di vasca e box doccia, sono indubbiamente assai importanti, ma sopra tutto domina il colore, che conferisce il carattere complessivo al nostro bagno.

Tra le varie possibilità cromatiche nell’ambito dell’arredo bagno esiste anche il colore scuro, tendente al nero. Si tratta di una soluzione che generalmente viene considerata ‘difficile’, dato che si tratta di evitare un effetto d’insieme eccessivamente cupo. D’altra parte un bagno scuro realizzato con gusto e perizia può essere davvero elegante, soprattutto se si sposa con un arredo bagno di qualità e che si armonizza cromaticamente con l’insieme.

Uno dei consigli che generalmente si danno in questo caso è quello di evitare – ovviamente – un bagno completamente nero o in tinte scure. Bisogna utilizzare il nero con parsimonia, ed evitare un effetto opprimente che non è auspicabile in un ambiente come il bagno. Si tratta di individuare un colore di contrasto o di complemento. La soluzione più ovvia è quella di un classico abbinamento bianco-nero.

Una superficie di colore nero è piuttosto semplice da abbinare, ma insistere su colori scuri anche con il rivestimento rischia di dare una sensazione di pesantezza. Un altro abbinamento che può dare buoni risultati dal punto di vista estetico è con il color oro, che se ben bilanciato si sposa bene con il nero e il grigio scuro.

Si tratta poi di scegliere con attenzione gli altri elementi dell’arredamento bagno. I colori dei mobiletti e degli accessori, ad esempio, in questo contesto diventano fondamentali. Ma anche il colore dei muri sopra il rivestimento, per i quali si può optare ad esempio per un grigio chiaro, con effetto argento leggero. Oppure uno smalto grigio molto chiaro per le pareti che non sono piastrellate.

Insomma, le soluzioni possibili nell’ambito dell’arredamento di un bagno nero, o comunque improntato a tonalità scure, ci sono. Basta scelgliere con ponderatezza tutti gli elementi e disporli in un complesso armonico.

Consigli per ristrutturare il bagno di casa vostra

Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 31 marzo 2012

Dovete ristrutturare il bagno ma non sapete da dove partire? Seguite i nostri consigli .

Prima cosa che dobbiamo fare  prima di ristrutturare,  è quella di  progettare il nostro bagno come disporre i sanitari , la vasca da bagno o il piatto  doccia , sanitari sospesi o attaccati al muro, dove mettere il termosifone e se cè la possibilità di mettere un bel termoarredo , decidere se mettere la vaschetta del water da incasso  o esterna , mettere una vasca idromassaggio o una vasca da bagno normale , la lavatrice in cucina o in bagno , mettiamo un boiler a gas o un boiler elettrico, bene vediamo se riesco a darvi dei consigli. (continua…)

Informazioni tecniche : Distanze nel bagno

Tag: Nessun tag
Commenti: 1 commento
Pubblicato il: 11 marzo 2011

Vi vogliamo riportare come consiglio ed informazione tecnica le informazioni i dati relativi alle distanze minime da rispettare all’intero del bagno e tra i vari apparecchi sanitari secondo la norma UNI 9182 la quale stabilisce gli spazi minimi di rispetto per gli apparecchi sanitari. (continua…)

Feedback clienti con video

Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 10 dicembre 2010

Un cliente ha inviato al nostro indirizzo un piccolo video del suo nuovo bagno ristrutturato dove ha utilizzato molti dei nostri prodotti. Il cliente è molto soddisfatto del risultato e questo video testimonia l’ottimo lavoro fatto. Siamo lieti di pubblicarlo e chiediamo anche ad altri clienti di inviarci foto o video delle loro realizzaizoni con i prodotti Kiamami Valentina.

Untitled from Kiamami Valentina on Vimeo.

Grazie
Kiamami Valentina Team

pagina 1 di 2»

Benvenuto , oggi è venerdì, 20 ottobre 2017