Rubinetto che perde: soluzione a portata di mano

di: Kiamami Valentina | pubblicato il: 05 Novembre 2019

Come riparare un rubinetto che perde?

Un rubinetto che perde oltre ad essere fastidioso, a lungo termine può significare un aumento della bolletta dell’acqua. A priori, alcune semplici goccioline non sembrano preoccupanti, ma se non si interviene possono portare a perdite economiche su base annuale.
D’altra parte, se ad esempio il rubinetto non smette di gocciolare, implica un’erosione continua che finirà per rovinare il rubinetto stesso. Ma la buona notizia che vi da Kiamami Valentina, arredo bagno online, è che riparare questo guasto senza ricorrere ad un idraulico è possibile. Tuttavia, per riuscire a riparare un rubinetto che perde acqua, occorre prima sapere il punto esatto e la causa di tale perdita. Premesso questo, vediamo come riparare un rubinetto che perde.Rubinetto che perde: Nora collo alto

1- Chiudere l’acqua

Ogni volta che si esegue un lavoro idraulico occorre chiudere la chiave d’arresto dell’acqua, altrimenti si corre il rischio di allagarsi. Prima di smontare il rubinetto, aprirlo per far uscire tutta l’acqua rimasta nei tubi.

2- Smontare il rubinetto

La procedura di smontaggio è abbastanza simile per qualsiasi tipo di rubinetto, ma prendiamo ad esempio il rubinetto Nora di KV Store. È necessario innanzitutto rimuovere il rivestimento, manualmente o con l’aiuto di uno strumento come un cacciavite, una chiave a brugola o una chiave inglese, a seconda del tipo di rubinetto (monoblocco o a leva singola).
Successivamente bisogna rimuovere il corpo del rubinetto, all’interno del quale, se è monoblocco, ci sarà una guarnizione di gomma che di solito è la causa del problema. Nel caso in cui il rubinetto sia invece a leva singola, sarà necessario cambiare l’intero corpo.

3- Individuare il problema

Per sapere come riparare un rubinetto gocciolante, occorre scoprire quali sono le cause della perdita. Come già accennato, la maggior parte delle volte la causa è una delle guarnizioni piatte, ovvero un elastico di gomma che viene inserito tra i pezzi metallici allo scopo di sigillarli.
Ma oltre a questa, ci sono anche altre cause che possono provocare la perdita d’acqua in un rubinetto.
Deterioramento del giunto: poiché il giunto è una parte sostituibile, in questo caso basterà cambiarlo con uno nuovo per risolvere il problema.
Sporcizia nelle articolazioni: l’acqua trasporta minerali e altre sostanze che possono accumularsi all’interno del rubinetto. In questo caso, occorrerà pulire le articolazioni con prodotti specifici. Nel caso di rubinetti a leva singola, potrebbe essere necessario sostituire l’intero corpo.

Riassemblare il rubinetto
Il riassemblaggio del rubinetto è un passaggio molto importante: bisogna rimontare tutte le parti del rubinetto allo stesso modo in cui sono state rimosse. Spesso in questa fase può capitare di non ricordare più la sequenza di assemblaggio dei vari pezzi.

Rubinetto che perde - Nora collo basso

Testare il rubinetto

Infine bisogna controllare se il rubinetto perde ancora acqua. In quest’ultimo passaggio è possibile controllare se tutto il lavoro svolto finora è servito a risolvere il problema o se invece è necessario chiamare un idraulico.
Aprire dunque la chiave d’arresto, dopodiché aprire gradualmente il rubinetto, far scorrere l’acqua per alcuni secondi e poi richiuderlo. Tappare il lavandino per capire se ci sono ancora perdite, poiché potrebbero essere anche minime. Se ciò dovesse accadere, è il caso di far intervenire un idraulico.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *