I metodi più efficaci e poco costosi per la pulizia del box doccia

26 Luglio 2017 Scritto da:Kiamami Valentina Tempo di lettura: circa 2 minuti

La pulizia del box doccia è sicuramente ostile, in quanto si tratta di un elemento del bagno che tende a sporcarsi rapidamente a seguito dell’utilizzo quotidiano. KvMagazine offre ai suoi clienti anche un efficiente servizio clienti post vendita, in cui offre consigli non solo per il montaggio ma anche per la manutenzione e pulizia dei vari prodotti.

Prendersi cura del box doccia

Il box doccia è sicuramente l’angolo del bagno più “scomodo” da pulire, sia per la conformazione sia per i diversi materiali da cui può essere composto. Dai profili in alluminio alle ante che possono essere in cristallo, ed in tal caso il nemico numero uno sarà il calcare, oppure in pvc, che col passare del tempo potrebbero macchiarsi. Senza contare la difficoltà di rimuovere residui di sapone, calcare o anche muffa tra i profili e negli angoli difficilmente raggiungibili. Tuttavia, pulire il box doccia non è un’impresa impossibile: sarà sufficiente seguire alcune pratiche procedure e soprattutto ricordarsi di svolgere queste operazioni non solo una volta all’anno!

Aceto e bicarbonato di sodio: alleati perfetti contro lo sporco

In commercio esistono ovviamente numerosi prodotti appositamente creati per la pulizia degli arredi della sala da bagno. Sarà ugualmente possibile risolvere il problema con delle soluzioni fatte in casa, utilizzando inizialmente del bicarbonato di sodio per eliminare le macchie create dalla schiuma; in un secondo tempo, si potrò versare sulle stesse dell’aceto (bastano poche gocce) che permetterà di igienizzare ancora più a fondo le pareti e scrostare il piatto doccia, cancellando completamente ogni traccia di sporco e restituendo al box l’aspetto brillante di un tempo. Il composto di bicarbonato ed aceto infatti ha proprietà disincrostanti e disinfettanti, ed inoltre è efficace contro il calcare.

Pulire a fondo con l’alcool puro

Per pulire a fondo le guarnizioni in gomma e i profili in alluminio, basta aggiungere al composto alcune gocce di alcool, ma potete utilizzarlo anche puro, per rimuovere i residui di muffa e di sapone.

Box doccia facili da pulire

Va detto, che non esiste un box doccia più facile da pulire in assoluto, e questo perché qualsiasi modello deve essere sottoposto a una pulizia quotidiana, essendo a contatto con acqua, saponi e detergenti, e tende a sviluppare muffa negli angoli più difficili. Sicuramente un box doccia con anta sganciabile agevola non poco il lavoro.

A prescindere dal modello di box doccia, l’importante è avere alcune accortezze quotidiane, come asciugare il box doccia con un panno dopo ogni utilizzo per rimuovere ogni residuo di acqua e sapone. Allo stesso modo, passate con un panno asciutto il miscelatore, solo così potrete preservalo nel tempo ed evitare incrostazioni di calcare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.