Piatto doccia in resina, pro e contro

14 Novembre 2016 Scritto da:Kiamami Valentina Tempo di lettura: circa 1 minuti

Il piatto doccia in resina è il prodotto del momento. Quello più ricercato, più voluto e più acquistato. Sul sito di Kiamami Valentina l’offerta è molto ampia, tra i prodotti possiamo trovare anche il celebre modello Klio.

Il marmo resina o marmo ricomposto

E’ un materiale naturale ed assolutamente rispettoso dell’ambiente. Il suo componente principale è la dolomite, minerale composto da carbonato di calcio e magnesio, CaMg(CO3)2.

Nacque ben 250 milioni di anni fa, quando sulla Terra c’era un’attività vulcanica maggiore e le dolomie erano ricoperte da strati di magma. A causa delle temperature elevate e della forte pressione iniziarono a cristallizzarsi i minerali primitivi. L’effetto di questi processi di trasformazione è alla base della durezza che caratterizza il marmo ricomposto e ne determina anche il suo aspetto estetico.

Attualmente la materia prima è estratta e fornita da alcune miniere situate sul territorio dell’Unione Europea, in particolare dalla Spagna. Le rocce dopo l’estrazione vengono pulite e macinate.

La superficie del prodotto che acquistiamo è poi ricoperta di gel coat, una resina poliestere pigmentata con particelle di quarzo. Questo strato garantisce la lucentezza finale e la levigatezza della superficie.

Piatto doccia in resina: vantaggi

E’ un materiale caratterizzato da una straordinaria durevolezza e resistenza ai danni meccanici tanto da poter essere utilizzato a filo del pavimento, con un effetto di sublime eleganza.

E’ facilmente riparabile, senza rendersi necessario l’intervento di uno specialista limitando così la spesa notevolmente.

Il piatto doccia in resina trattiene perfettamente il calore rendendo il vostro bagno più lungo e più piacevole.

E disponibile in tanti colori differenti.

Piatto doccia in resina: contro

L’unico svantaggio del marmo ricomposto è che, dopo molti anni di utilizzo quotidiano, potrebbe variare leggermente il suo colore, inoltre potrebbe subire danneggiamenti in seguito a shock termici particolarmente forti.

In realtà, basta una minima e costante attenzione nella cura e manutenzione del piatto doccia per evitare che ciò accada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *