Arredo bagno: i trend a New York

21 Aprile 2015 Scritto da:Kiamami Valentina Tempo di lettura: circa 2 minuti

arredo bagnoArredo bagno: quando si tratta di decidere perché non prendere l’ispirazione da che cosa sta accadendo nella capitale mondiale del design?

L’arredo bagno nella Grande Mela

Capitale mondiale del design, e forse capitale mondiale punto e basta: questa è un po’ l’impressione che dà New York.

E spesso, che si tratti di fashion o di tecnologia, ciò che è di moda oggi a Manhattan e dintorni è soltanto l’anticipazione di ciò che sarà di moda da noi tra qualche mese.

Quindi abbiamo setacciato la rete per verificare quali sono i trend newyorkesi attuali nell’arredamento della stanza da bagno, così da… Permettervi di giocare d’anticipo! E quindi vediamoli quali sono le tendenze nell’arredamento della stanza da bagno all’ombra dell’Empire State Building.

Arredo bagno: vetro, comfort, luci e,… conquista dello spazio!

No, non ci riferiamo alla Nasa, che è in Texas, a Houston, e non a New York.

Ci riferiamo invece alla grande attenzione, anche in un Paese quale gli Stati Uniti in cui generalmente si ragiona e progetta su metrature abitative decisamente più grandi, all’attenzione, dicevamo, nello sfruttare tutto lo spazio a disposizione.

Per esempio dando grande risalto al vano doccia o alla vasca da bagno e riducendo al minimo l’ingombro dei mobili o dei sanitari, nel primo caso trasferendoli nell’anti-bagno, nel secondo caso ricorrendo per esempio ai sanitari sospesi.

Un altro accorgimento molto in voga, e sempre legato allo spazio, è l’uso del vetro, per esempio a delineare la nicchia della doccia, nicchia che sostituisce la cabina: anche in questo caso se ne acquista in senso dello spazio.

Infine, l’attenzione alle funzioni “intelligenti”: miscelatori eco – compatibili, doccia multifunzione, doccia a cascata e / o con idromassaggio; e, infine all’illuminazione.

Altro settore, quello della gestione della luce, che partecipa al rendere la stanza da bagno più abitabile e, all’apparenza, più grande di quanto non sia, ma che, inoltre, partecipa anche della componente più frivola o comunque non necessariamente legata alla comodità, con l’uso, anche nel bagno, di lampadari decisamente importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.